20 giu 2009

Biblioteca e Museo a Budapest

La Biblioteca Nazionale di Szècshènyi

La Biblioteca Nazionale ha l'incarico di collezionare tutte le stampe attinenti all'Ungheria e la sua collezione odierne contiene
già cinque milioni di unità bibliotecarie.
Nella sezione dei manoscritti si trova il ricordo più antico della lingua ungherese:
l'Elogio funebre nel codice Pray fatto alla fine del secolo XII la Cronaca illustrata con miniature eccelenti in lingua latina
scritta intorno al 1360, parla della storia ungherese fino all'epoca di carlo Roberto.
Questo codice è la fonte più importante della storia e della civiltà Medio Evo ungherese.
Nella collezione degli incunaboli, tra le 7100 opere, si trova un esemplare frammentario della Bibbia di 42 righe di Gutenberg.
I 32 codici della Biblioteca Corviniana di fama mondiale del re Mattia
hanno una bellezza particolare . 16 dei quali sono stati restituiti nel secolo scorso come regalo dal sultano turco -
Dei 2000 - 2500 volumi di grande pregio e d'artre squisita, oggi circa 170 sono conosciuti in tutto il mondo.
Gli umanisti italiani aiutarono il re ad acquistare i manoscritti rari e nello studio reale di Buda
vennero fatte le copie e le coperture, ognuno con la stemma di Mattia.

Il Museo Storico di Budapest

Il museo colleziona tutti i materiali archeologici, della storia della civiltà e dell'industria relativi alla storia e al modo di vivere dei popoli viventi sul territorio dell'odierne Budapest. Nell'ambiente storico rinnovato con grande fatica hanno trovato degno posto i ricordi, in maggior parte del Medio Evo. Nelle grandiose sale si vedono bene i diversi periodi della costruzione del palazzo.
Nella sala rinascimentale i camini e le cornice di finestra in marmo squisitamente scolpito, le piastrelle di stufa decorate dal ritratto del re e i frammenti di pavimento a colori derivati dall'Italia rappresentano la luminosità della corte reale di una volta. La cappella inferiore dedicata a San Giovanni d'Elemosina ha ancora oggi un'aria religiosa: in mezzo alla cappella scintilla la luce d'oro di un politico del Quattrocento.
Sotto, si può visitare la cantina Albrecht, la Ghiacciaia e la cucina reale. Gli oggetti esposti della vita quotidiana: recipienti in vetro e terracotta, maioliche, armi fanno ben vedere la maestria degli artigiani di Buda antica. Nel corso degli scavi sulla collina del Castello alcuni anni fa sono state riportate alla luce della statue importanti dell'età angioina. La collezione mediovale del museo, completata da queste statue, è diventata uno delle gallerie più significative d'Europa nell'ambito dello stile gotico. La loro particolare bellezza ha incantato gli stessi specialisti e affascina anche i visitatori dei nostri giorni che possono scoprire i caratteri "ungheresi veri a propri" nella testa di statue esposte nella sala cerimonia.

Nessun commento:

Posta un commento

Budapest - Ungheria Headline Animator

Un post a caso