20 giu 2009

Il quartiere del Castello



Il quartiere del Castello

Dal cortile del Palazzo Reale un dolce pendio ci conduce nella piazza di Ss.Trinità. E' una singolarità di Buda il fatto che la città sia situata piu alto del palazzo sostenente la carica della fortezza.
il decoro della piazza è la chiesa dell'Assunta o chiesa di Mattia ricostruita e completata seguendo la forma originaria dei dettami dello stile gotico, e che è ad un tempo santuario del culto cattolico e della storia ungherese. La chiesa ha ricevuto il suo nome popolare dal re Mattia che nel 1470 fece porre il suo stemma del corvo sulla torre meridionale.
La chiesa di Mattia da secoli è tetro degli avvenimenti significativi della storia ungherese: Qui nella chiesa principale di Buda fu incoronato nel 1308 il re Carlo Roberto, i re incoronati a Szèkesfehèrvàr qui vennero presentati agli abitanti della capitale. Qui sono stati messi sul catafalco i sovrani morti, qui i re fecero voto e giuramenti federali e qui sono state celebrate le nozze reali. Dal XV vi sono state benedette le bandiere degli eserciti entrati in guerra con i Turchi e vi sono stati esposti gli emblemi presi dal nemico. Secondo la tradizione, nella torre di questa chiesa risuono per la prima volta la campana a mezzagiorno ordinato dal papa dopo la vittoria d'importanza mondiale di Nàndorfehèrvàr nel 1456.
Gli affreschi e le vetrata dell'interno presentano un grandioso libro storico illustrato evocando gli eventi insigni della storia ungherese. La chiesa da molto tempo è il centro della musica sacra ungherese. Qui, per la prima volta risuonarono nel 1867 la Messa d'incoronazione di Ferenc Liszt e nel 1936 il Te Deum di Budavàr di Zoltàn Kodàly.
Nel Medio Evo la piazza Ss. Trinità fu il centro di Buda.
Qui si aprò il mercato e qui si trovava il palazzo del Comune. In mezzo alla piazza sta la colonna della Ss. Trinità di stile barocco, che fu eretta in seguito ad una grave epidemia di pestilenza all'inizio del secolo XVII. La piazza svolge sempre ruolo centrale nel quartiere. Alla spalle della chiesa Mattia si eleva il complesso neoromantica del Bastione dei Pescatori di dove si gode il piu bel panorama di Budapest. - Il bastione ha ricevuto il nome in ricordo della corporazione dei pescatori che un tempo lo difendevano. - I suoi portici evocano i chiostri dell'epoca romantica e danno una cornice alla statua equestre del nostro primo re, Santo Stefano, fondatore dello Stato ungherese.

Il tracciato delle vie nel quartiere del Castello segue tutt'ora la pianta medievale. Su questo territorio si ergevano le case dei borghesi piu ricchi e dei signori. Osterie, botteghe ben avviate rendevano viva la città. Di un brulicchio della vita quotidiana raccontano i testimoni del passato: gli ampi cortili e sotto i portoni le nicchie di sedile di origine medioevale. Gli elementi archittetonici molto caratteristici erano i ponticelli che collegavono le case all'altezza di un piano dei quali si trova uno in - Balta koz -
Merita entrare nei cortili chiusi dove si possono ammirare i gardini carini e numerosi ricordi dell'architettura medioevale. Sotto terra esisteva un altra città: le cantine sotto le case utilizzati per raccogliere l'acqua, per mettervi il vino, oggi invece ospitano ristoranti, botteghe eleganti, addirittura un'esposizione di figure di cera - Museo della Cere- Il quartiere del Castello di Buda coi suoi resti gotici e rinascimentali commisti ai motivi del barocco, del << copf >>, del liberty e degli stili storicheggianti di data recente in quanto parte del patrimonio mondiale, è protettto dall'UNESCO.

Nessun commento:

Posta un commento

Budapest - Ungheria Headline Animator

Un post a caso